Nel corso degli ultimi anni, nel nostro paese,  gli episodi meteorologici caratterizzati da intensità non comuni sono divenuti sempre più frequenti fomentati dai cambiamenti climatici che, ormai certi e documentati, stanno modificando le dinamiche meteorologiche a livello planetario. Ennesima evidenza di questa tesi sono i recenti eventi meteo che hanno sconvolto l’Italia e, nel Veneto, il bellunese, l’Agordino e una vasta area prealpina con intere valli rimaste isolate per giorni e miliardi di euro di danni.

Secondo uno studio promosso già nel 2012 dalla Regione Veneto e condotto da ARPAV, le tendenze previste riguardo agli impatti dei fenomeni atmosferici su agricoltura e foreste, risorse idriche, salute umana e industria non facevano presagire nulla di confortante. I trends dei fenomeni sotto analisi, infatti, riportano per tutti modifiche sostanziali dell’intensità “probabili” o “molto probabili” e impatti potenziali nei diversi settori decisamente allarmanti (nel senso della magnitudo), come si evince dalla tabella di confronto che riporto:

Principali fenomeni e tendenze previste con esempi relativi ai principali impatti in diversi settori

Gli eventi atmosferici per l’assicuratore

Sul mercato assicurativo le garanzie specifiche per la protezione del patrimonio immobiliare dagli eventi atmosferici sono molteplici e non sempre cosi chiare da rendere edotti gli assicurati sulla reale portata delle copertura acquistate. Proviamo a fare chiarezza attraverso una tabella di confronto che evidenzi come è possibile tutelare la propria casa o, in via similare su coperture corporate, la propria azienda:

Garanzia Indennizza i danni provocati da:
Eventi atmosferici Trombe d’aria, tempeste, uragani, bufere, vento, danni da bagnamento causati da brecce o lesioni alla copertura alle pareti o ai serramenti.
Bagnamento e acqua piovana Bagnamento causato da acqua penetrata a causa di ingorgo o traboccamento per rottura dei sistemi di scarico o dei pluviali
Sovraccarico neve Crollo parziale del tetto o delle pareti esterne per il peso della neve, compresi danni da bagnamento interno
Gelo Gelo che provochi la rottura di impianti al servizio del fabbricato
Caduta di alberi o cose trascinate dal vento Caduta di alberi ESCLUSI: il valore degli alberi stessi e le spese di rimozione e sgombero del verde, o cose/oggetti trascinati dal vento
Azione diretta del fulmine Fulmine che colpisce direttamente il fabbricato
Fenomeni elettrici Fulmine che, cadendo nelle vicinanze, provoca scariche elettriche anomale agli impianti del fabbricato o del contenuto. Azioni di scariche elettriche da qualunque causa provocati.
Allagamento mancato od anormale smaltimento delle acque a seguito di guasto o riempimento delle vie di deflusso dell’acqua, che causa la presenza di acqua in luoghi generalmente asciutti.

ATTENZIONE: garanzia c.d. “catastrofale” da assicurare con specifica pattuizione

Alluvione dell’esondazione di fiumi, corsi d’acqua o bacini (sia naturali che artificiali) dalle usuali sponde naturali o argini.

ATTENZIONE: garanzia c.d. “catastrofale” da assicurare con specifica pattuizione

E’ dunque possibile reperire copertura dagli eventi più comuni che possono interessare abitazioni e fabbricati in genere. Esistono però una serie di rischi che ad oggi NON è possibile trasferire al mercato assicurativo e che, visto l’intensificarsi dei fenomeni come visto nell’introduzione, potrebbero in futuro rappresentare un’esigenza assicurativa incombente come i “fiumi di fango”. Su quest’ultimo punto, in effetti, l’acqua che infiltrandosi in terreni non sufficientemente rigidi (o disboscati) si trasforma in un fiume di fanghiglia viene considerata alla stregua di una frana liquida e quindi non contemplata dalle garanzie di polizza. Ecco i principali eventi generalmente esclusi:

  • Infiltrazione d’acqua per mancata o inefficace impermeabilizzazione della copertura;
  • Mareggiata, marea, maremoto o penetrazione d’acqua marina;
  • Valanghe o slavine;
  • Frane, fiume di fango;
  • Valanghe o slavine.

Per essere certi e sicuri della portata delle garanzie assicurative a tutela della propria abitazione è consigliabile un check-up di confronto a verifica della presenza o meno delle varie estensioni, molto variabili in funzione della Compagnia assicurativa o della polizza acquistata. Un incentivo di sicuro interesse, infine, è rappresentato dalla recente introduzione dello sgravio fiscale per le estensioni “Alluvione” e “Terremoto”, ne abbiamo parlato in QUESTO articolo di #Nonsolofisco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here